#chiaccheredabar chi ha bisogno degli smartphone pieghevoli?

Un mercato che sta per accogliere gli smartphone pieghevoli coglierà i bisogni delle persone?

Nonostante possano sembrare dispositivi di un altro mondo, solo perché poche persone hanno avuto occasione di toccarli con mano, gli smartphone pieghevoli stanno per entrare in scena.

Il mercato quindi sta per accogliere a braccia aperte questi nuovi dispositivi.

Cosa differenzia uno smartphone pieghevole da uno normale?

Il vecchio modello fa “solo” la funzione da smartphone, mentre il nuovo si trasforma in tablet, con tutto quello che ne comporta.

I telefoni smartphone hanno vinto qualsiasi battaglia contro i loro arcaici predecessori proprio grazie alla loro immensa potenza e capacità di calcolo. Diventando sempre più veloci e capienti hanno permesso a tutti di potersi collegare con il mondo senza accendere il computer ogni volta.
Il tablet, dal canto suo, ha portato una comodità senza precedenti per tantissime tipologie di lavoratori e professionisti per via della loro capacità di essere sempre più vicini ad un Pc.

Un nuovo dispositivo può quindi portare la rivoluzione mettendo insieme queste due tipologie di prodotti?

Si e no.

Si, perché potrebbe essere veramente pratico portare con noi un solo device e, con quello, poter fare le stesse funzioni, o quasi, di uno smartphone e tablet messi assieme.

No, perché, come la storia insegna, questo pieghevole presenterà sicuramente delle problematiche dovute proprio al suo essere ancora alle prime fasi di utilizzo.

Il nuovo Galaxy Fold della Samsung è composto da una cerniera testata per essere aperta 200.000 volte. Un professionista, che ha effettivamente bisogno di questo strumento, non conta quante volte è stato aperto e potrebbe trovarsi nella condizione in cui la cerniera si rompe proprio a causa della sua incapacità di essere gestita in maniera duratura.

Una volta rotta come si sistema?

Ovviamente portando il dispositivo al centro assistenza con relativa lunga attesa, oppure comprandone direttamente uno nuovo senza pensarci portando quindi altro spreco.

Quindi, prima di buttarci a capofitto sull’ultimo prodotto appena uscito, pensiamo bene al passaggio che stiamo per fare, soprattutto rispondiamo alla domanda: ne ho veramente bisogno?

Spero che questa chiacchierata da bar possa continuare anche nelle pagine social in maniera sana e collaborativa.

Immagine di copertina: Two person sitting on bar stool chair in front of bar front desk, Photo by Luca Bravo on Unsplash

Felicidad.

Condividi questo articolo!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •