Movimento Paperless e le tecnologie alternative alla carta.

Lessi questa parola, Paperless, in un articolo che pubblicizzava una app specifica.

Così mi sono documentato in rete su quello che poteva significare questo tipo di categoria, rendendomi conto che rientravo perfettamente in quel tipo di parametro.

Paperless, o come viene chiamato “Movimento Paperless” riguarda quell’insieme di funzioni che svolgiamo ogni giorno come scrivere, disegnare o prendere nota, cercando di evitare il più possibile l’uso della carta come fogli, block notes, ecc.

Ho trovato il concetto molto attuale e mi sono chiesto se effettivamente, la tecnologia che oggi ci accompagna, può sostituire dignitosamente la cara e vecchia carta.

Così ho controllato quanti e quali prodotti abbiamo a disposizione per poter evitare fogli, volantini e biglietti “volanti” tra casa, auto e lavoro.

In primis partiamo con i nostri smartphone, che effettivamente Paperless lo sono, essi stessi hanno tantissime funzioni importanti che possono aiutarci nel quotidiano, vediamone alcune perché sono veramente tante:

  • Note: dove poter scrivere tutto quello che ci viene in mente. Condividere momentaneamente pagine web, ricette, poesie, articoli e tanto altro.
  • Promemoria: se impostati in una certa giornata ed orario ci permetterà di ricordare quella tal cosa specifica.
  • Calendari: altro che blocchi di carta scarabocchiata, un calendario digitale nel nostro device che ci avverte di un certo evento, quanto tempo potrei impiegare per arrivare a destinazione e suddividere i calendari per categoria: lavoro, sport, personali e tanto altro.
  • Wallet: intendo tutte quelle applicazioni che possono raccogliere prodotti come biglietti e carte d’imbarco, oltre che ad effettuare pagamenti.

Leggi il mio articolo “Il futuro dei pagamenti“.

Come ribadito, queste sono alcune delle funzioni che possiamo svolgere con i telefonini, e che spesso rimangono nell’ombra.

Passiamo al dispositivo che, in teoria, doveva sostituire tanti prodotti cartacei, quindi possiamo definirlo il device Paperless per eccellenza, il tablet:

  • Quotidiani: perché devo prendere l’auto, oppure uscire di casa, solo per andare a prendere il giornale o rivista quando, con due tocchi, posso leggerlo comodamente sul mio device, pagandolo meno?
  • Scrittura: ormai ci sono tantissime applicazioni che permettono di scrivere sul tablet senza prendere ogni volta un foglio di carta. Con i documenti di videoscrittura non ho limiti di testo, alle correzzioni e alla creatività.
  • Disegno: ci sono molte app che, insieme a strumenti come le “penne” permettono di disegnare a chi è più creativo. Certo, il prodotto sarà un pò diverso che crearlo su carta ma, come nella scrittura, anche qui non ci sono limiti alla fantasia.
  • Lavoro: ormai grazie al cloud e a tanti software, lavorare anche su tablet non è più un problema. È possibile condividere i propri lavori con colleghi, creare delle vere e proprie bacheche di lavoro rimanendo in contatto in tempo reale a prescindere da quale parte del mondo ci si trova. Avete mai provato prodotti come Trello o Asana? Leggete il mio articolo “Siamo pronti per il lavoro da remoto?

Ho parlato di giornali nel mio articolo “Quotidiano cartaceo o touch?“.

Queste funzioni appena descritte possono essere usate da tutti, senza aver bisogno di particolari conoscenze, basta solo conoscerle. Non dimentichiamoci anche di prodotti alternativi che svolgono specifiche funzioni. Cosa intendo?

Gli smartphone e tablet possono fare tanto, ma non tutto.

Per poter leggere un libro è consigliato un device come un e-reader tipo Kindle perché non riflette la famosa “luce blu” che potrebbe dar fastidio ai nostri occhi. Capace di contenere migliaia di libri potrebbe essere una vera alternativa ai cartacei anche se, immagino, i più puristi di voi potrebbero storcere il naso all’idea di non sfogliare le pagine un libro.

Per chi invece è creativo, e non vuole saperne di disegnare su un tablet, la tecnologia offre anche tante tavolette grafiche, capaci di riprodurre il nostro tratto su computer.

In questo articolo abbiamo visto decine di funzioni che possono permettere meno uso di carta.

Sono a conoscenza che i prodotti cartacei appartengano al nostro passato e che prenderli in mano ci rilascia sempre più soddisfazioni e piaceri piuttosto che il formato digitale, e sono consapevole del fatto che queste sensazioni difficilmente scompariranno, però ritengo sia opportuno anche guardare il futuro, mantenenere quelli che sono i nostri usi ma dare loro una evoluzione al nuovo mondo.

Felicidad

Immagine di copertina: Person holding passport, Photo by Agus Dietrich on Unsplash

Lascia un commento