L’anno appena concluso ha portato tutta una serie di novità, nuove realtà e prodotti che lasciano il campo aperto ad un 2019 bello carico di innovazione.

Quali potrebbero essere i 5 campi che dobbiamo tenere sotto stretta sorveglianza nel nuovo anno?

Alcuni di questi argomenti lì ho già specificati in altri articoli, quindi non mi dilungherò in una descrizione approfondita.

1) Il 5G: la velocità di connessione mobile potrebbe avvenire quanto prima, ne ho parlato anche in questo articolo.

I pronostici affermano che la totalità della copertura dovrebbe avvenire entro il 2020 mentre alcune aziende come la cinese ZTE, che fornisce strumentazioni tecnologiche, ha già usufruito della nuova rete per effettuare le prime chiamate tramite WeChat. Questo significa che entro quest’anno, avremo già modo di capire tramite alcune tipologie di device, la potenza del 5G.

2) Nel mio articolo su Netflix ho spiegato come, con l’avvento di Disney+, ci sarà una grande battaglia a suon di serie tv, film, cartoni, ecc. per le piattaforme che permettono di vedere contenuti in streaming. Ecco, il momento potrebbe arrivare proprio in questo nuovo anno.

3) Il 2019 potrebbe dare l’avvio a tutta una serie di nuovi prodotti, tra i quali gli smartphone pieghevoli. In realtà, per i più curiosi, un dispositivo pieghevole è già possibile reperirlo, si chiama Flex Pai dell’azienda Royole, che, così facendo, ha anticipato tutti i colossi tecnologici , come Samsung, che hanno progetti simili in cantiere.

4) In questo 2018 si è parlato molto delle fake news, cioè notizie false, senza un fondamento specifico. Dopo le ultime vicende che lo hanno visto coinvolto, Facebook sta cercando di attuare metodi per prevenire la profliazione di notizie fasulle, il tutto ovviamente con risultati che non potranno coprire la totalità della massa di post che ogni giorno entrano nel social più famoso al mondo. Pensate che, secondo uno studio del Centro Economia Digitale, qui trovate il PDF completo che vi consiglio caldamente di leggere, su Facebook vengono inserite ogni 60 secondi “digitali” oltre 243 mila fotografie. Ecco quindi che, la battaglia alle “bugie” si farà sempre più accesa nel nuovo anno.

5) Quest’ultimo punto lo voglio inserire non come un dato certo, piuttosto come una speranza, un piccolo sogno. Spero che nel 2019 ci possa essere una maggiore consapevolezza nell’uso degli strumenti che si connettono: meno foto di bimbi sui social e più comunicazione, meno fake news, più libertà di parola e sani confronti senza arrivare all’offesa; infine, meno programmi usati solo per moda ma più ricerca nelle alternative, che hanno un occhio di riguardo in più alla nostra sicurezza.

MacBook But First Coffee, Photo by Kevin Bhagat on Unsplash
MacBook But First Coffee, Photo by Kevin Bhagat on Unsplash

Enjoy

Lascia un commento