In Italia, per potersi connettere è veramente una questione di luogo di vita.

Durante tutte le mie esperienze informatiche ho sempre seguito il grande desiderio di stare al passo con i tempi, aggiornarmi sulle ultime uscite, vedere e controllare ogni nuova diavoleria digitale senza, ogni volta, acquistare i nuovi prodotti, soprattutto quando non ne avevo veramente bisogno.

Leggi il mio articolo “Minimalismo digitale“.

Tutto questo è possibile solo grazie ad internet, ai siti che seguo pedissequamente.

Grazie alla rete, utilizzata tramite pc, smartphone o tablet – non fa differenza con quale mezzo l’importante è arrivarci – avere l’informazione è sempre a portata di click.

Senza la rete, le mie attività e le mie passioni non avrebbero la minima possibilità di continuare, anzi, non potrebbero nemmeno esistere.

Tutto ciò esiste perché, bene o male, l’Italia è abbastanza avanti tecnologicamente ed è dotata, ormai, di una grande copertura internet, seppur non proprio ovunque.

Non è raro trovare, ad oggi, luoghi del paese dove la rete è totalmente sconosciuta, dove non c’è copertura di linea internet e dove neppure i cellulari riescano ad avere sufficiente ricezione.

Forse non c’è interesse, forse è colpa dello stato, forse è colpa di noi stessi che non diamo voce ai nostri bisogni ma a me, questa situazione, non è mai piaciuta.

Una carenza di rete così ampia nel 2019, non è più tollerabile.

È per forza obbligatorio avere una casa con Adsl o avere in tasca uno smartphone sempre connesso?

Assolutamente no!

Ma esiste un discreto bacino di persone che vorrebbero avere una connessione e debbono fare i salti mortali per trovare un’azienda che possa dare loro una rete, avere un buon equilibrio qualità / prezzo e spesso finisce che si adeguano ad una copertura minima con costi alti per il reale servizio che viene offerto.

Con la rete si possono fare molte più cose del solito dare il “Buongiornissimo” sulle nostre pagine social, abbiamo una possibilità di servizi immensa, basti solo pensare che il numero dei siti, sta arrivando a ben 2 miliardi.

Internet of things
Internet of things

Come penso dovrebbe essere il futuro di questo paese a livello di internet?

Io credo che il paese debba essere interamente coperto con una connessione libera e gratuita dove ognuno è libero di decidere se utilizzare la rete o meno, cambiare per un operatore diverso o rimanere in quella nazionale, quindi deve essere una scelta, e non una imposizione dovuta a scarsità di controllo o di interesse, a prescindere da qualsiasi luogo del paese.

Visto che nel mondo si parla già di 5G dobbiamo cercare di adeguarci, il più possibile.

Leggi il mio articolo “Come il 5G ci cambierà la vita“.

Questo argomento è fonte di tante discussioni e spero che anche nel mio blog ci possa essere una sana conversazione produttiva con tutti voi.

Articolo aggiornato il 08/08/2019

Immagine di copertina: Photo of brown houses on body of water, Photo by Tim Cook on Unsplash.

Felicidad

Lascia un commento