8 consigli per non avere profili social, e non, sparsi per la rete, quindi inutili.

Al mondo ci sono quasi 2 miliardi di siti, sono veramente tanti. Ovviamente non tutti, per poter usufruire al massimo dei loro servizi, richiedono un’iscrizione, creare quindi un account o profilo.

Pensandoci bene la situazione è molto vasta anche se, spesso, utilizziamo sempre le solite piattaforme: Facebook, Google, Apple, Yahoo, ecc.Internet accounts

Internet accounts

A prescindere da come e cosa utilizziamo, è sempre fondamentale e di vitale importanza effettuare l’iscrizione ad ogni sito?

Avere 5 o 6 indirizzi di posta elettronica ed usarli poco o nulla?

Considerate che ogni profilo, usato oppure abbandonato nei meandri della rete, contiene una serie di dati personali che, a lungo andare, possono essere usati dall’azienda stessa a cui vi siete iscritti, o da sviluppatori terzi.

Per quanto riguarda la privacy, ne ho parlato nell’articolo “Alla ricerca della privacy perduta“.

Vi lascio dei piccoli consigli, o domande che potete farvi, per il buon proseguimento in internet, per evitare che utilizziate profili vuoti, vecchi oppure solo per una volta in maniera errata:

  1. Ogni volta che volete iscrivervi ad un nuovo servizio, chiedetevi se effettivamente siete obbligati, se vi serve, oppure se per l’utilizzo che ne fate, potete anche evitare di dare i vostri dati.
  2. Quante caselle di posta elettronica avete? Le usate tutte, oppure ritenente che alcune possano essere eliminate? Io consiglio di averne poche ma buone, sempre aggiornate e controllate.
  3. Se cancellate un’app dal vostro telefono, non cancellerete l’account, quindi assicuratevi di quali passaggi ci sia bisogno per eliminare definitivamente il vostro profilo, prima di togliere l’applicazione dal dispositivo.
  4. Vi state per iscrivere ad un nuovo servizio e state lasciando la vostra email per poter procedere? Quali sono le voci che questo servizio, va controllare di voi grazie, appunto, alla posta elettronica?
  5. Stesso discorso vale per le iscrizioni utilizzando il vostro account Google o Facebook. Quali sono i parametri che la nuova piattaforma va a “curiosare” di voi?
  6. È importante, in rete come nel mondo offline, saper leggere. Vi rimando al mio articolo “Prima regola dell’informatica: leggere“.
  7. Spesso e volentieri, in tantissime app per smartphone, viene richiesta la vostra posizione, cioè è possibile per la piattaforma, sapere dove siete e quando; è indispensabile tutto ciò?
  8. In quest’ultimo, banale e stupido consiglio vi chiedo: avete memorizzato, scritto e messo al sicuro tutte le vostre password?

Ovviamente non vi sto dicendo di seguire alla lettera questa serie di consigli, ma, in base alla mia esperienza, sono queste le pecche che a lungo andare, diventano particolarmente noiose ed invadenti.

Per quel che mi riguarda, rispondo subito ai curiosi: posseggo circa 20 iscrizioni a diversi siti o piattaforme che ritengo importanti.

Nel momento in cui scopro che uno di questi profili non mi servisse più, non mi farei problemi a cancellarlo definitivamente.

Scrivetemi le vostre riflessioni nella pagina Facebook ufficiale oppure nei commenti.

Articolo aggiornato il 06-05-2019

Felicidad

Lascia un commento