Ebbene sì, prima c’era Netflix, poi tutti gli altri.

Dalla sua entrata in scena nel nostro paese, il modo di vedere film e serie tv è cambiato drasticamente.

Il servizio di streaming più famoso al mondo ha introdotto una serie di concetti nuovi per noi abituati alla classica televisione con orari specifici come, ad esempio, introdurre serie complete piuttosto che inserire poco alla volta le puntate.

Netflix piace, e lo si vede dai numeri che escono periodicamente e confermano tale ipotesi: i dati del primo trimestre del 2018 affermano che ci sono più di 125 milioni di persone registrate nel mondo in continuo aumento.

Il sito di Centro Economia Digitale ha rilevato, qui il Pdf ufficiale completo, che nel mondo, ogni 60 secondi sono visti più di 87 mila ore di contenuti arrivando, la sola piattaforma, a consumare il 15% del traffico web.

Detto questo, cosa differenzia veramente Netflix da tutti gli altri servizi? Stranger Things, Photo by Charles Deluvio 🇵🇭🇨🇦 on Unsplash

Stranger Things, Photo by Charles Deluvio 🇵🇭🇨🇦 on Unsplash

Parto con ordine elencando tutti i fattori che considero realmente importanti:

1) Il servizio: direi impeccabile, l’interfaccia si presenta pulita, semplice, personalizzata e senza nessun tipo di pubblicità. Tutto questo sia nelle app, presenti in ogni dispositivo, ma anche nelle Smart tv. Non dimentichiamo oltretutto che le applicazioni sono compatibili con il ChromeCast di Google.

2) I contenuti: Netflix, più di ogni altro servizio investe miliardi di dollari in nuovi prodotti, film o serie tv. Alcune funzionano egregiamente come Stranger things o La Casa de papel, mentre altre un po’ meno. Apprezzabile lo sforzo nel provare e cercare qualcosa di nuovo.

3) L’onda che ha generato: proprio così, da quando è entrata in Italia, si è creata un’ondata di servizi concorrenti che hanno scoperto quanto l’ On demand faccia gola al cliente, soprattutto per la comodità.

4) Il prezzo: nonostante di recente abbia alzato, di poco, le tariffe, stiamo parlando di 7,99€, 10,99€ oppure 13,99€ al mese per tutto il mondo visivo che ci offre la piattaforma e per avere un servizio che rispecchia le nostre necessità.

5) Internet: tanti hanno riscoperto quanto, una buona rete, permetta di godere del servizio Netflix al meglio.

6) Smart: è probabilmente il servizio più smart che ci sia, dove il tuo profilo ti segue ovunque, senza difficoltà: inizi a guardare una puntata in treno sul tuo smartphone, al ritorno dal lavoro o scuola; finisci di guardarla comodamente sul divano alla sera davanti al computer, ripartendo da dove l’hai lasciata.

7) Offline: la possibilità di scaricare sui vostri dispositivi le puntate e riguardarle in un secondo momento senza connessione è per me, una manna dal cielo.

8) Tv: se per voi la tv sembra uno strumento vetusto, dopo aver utilizzato Netflix sembrerà ancora più obsoleta.

Leggete qui il mio articolo “Il giorno in cui decidemmo di togliere la tv”, dovuto anche all’arrivo di Netflix.

Detto questo vorrei fare una piccola riflessione su quello che avverrà, secondo me, nel futuro: Netflix prenderà sempre più piede nelle case degli italiani, colmando i propri spazi con contenuti sempre più di qualità.

Arriverà, però, un momento in cui dovrà fare, forse, un salto più grande: quando Disney, ed il suo universo, si “staccherà” per creare una piattaforma di streaming concorrente che dovrebbe chiamarsi Disney+, divenendo così un colosso vero e proprio anche in questo campo ed un rivale temibile, portando tutto il suo arsenale di aziende come Star Wars, Marvel, Pixar e National Geographic, insomma un bagaglio veramente temibile.

A quel punto, chiedo: come reagirà Netflix? Quali saranno i suoi passi?

Beh io non vedo l’ora di scoprirlo, e voi?

Articolo aggiornato il 18/03/2019

Felicidad

Commenti

Lascia un commento