Il giorno in cui decidemmo di togliere la tv

Il giorno in cui decidemmo di togliere la tv dalla nostra casa fu, per me e mia moglie, un momento importante, per molti una sciocchezza, io, invece l’ho considerato un passo avanti nella nostra vita che non tutti sono disposti a fare.

Non lo nego, per anni mi ha fatto compagnia, per anni ho goduto della sua presenza, di tutti i canali disponibili e di quelli satellitari.

Proseguendo nel tempo, però, mi sono accorto che, non solo il contenuto degli spettacoli stava cambiando, ma anche la mia considerazione su di essa era profondamente mutata.

Mi ritrovavo a criticarla ma a guardarla, ero in disaccordo con il canone ma lo pagavo, così ci siamo decisi di toglierla del tutto da casa nostra.

Ho già parlato di tv anche in questo articolo.

Quali sono i tre motivi principali che mi spingono, senza nessuna preoccupazione, a continuare a vivere senza?

1) Nel tempo, sono arrivato alla conclusione personale, che, la tv, è uno strumento estremamente manipolatore, i suoi canali, i programmi, la pubblicità stessa li considero fatti ad arte per un livello alto di consumismo, in riferimento a questo, leggi il mio articolo sul Minimalismo Digitale.

Io vorrei continuare a pensare con la mia testa.

Ergo sum
Ergo sum

In aggiunta, inseriamoci una quantità immensa di programmi spazzatura che non hanno nulla da insegnare, non danno risposte a nessun quesito, sono semplicemente dei distributori di ignoranza.

2) Non sono disposto a pagare un canone, per un qualcosa che non uso. Che sia chiaro, non è la cifra che mi irrita ma è l’imposizione di contribuire a mantenere un servizio che, a mio avviso, deve essere profondamente cambiato.

3) L’avvento della nuova tecnologia, sopratutto il dispositivo ChromeCast, mi ha fatto capire che, l’uso della tv, per quanto possa essere moderna la televisione stessa, è un sistema vecchio e obsoleto. Con un minimo di conoscenza, possiamo guardare tutti i canali che vogliamo, legalmente e ovunque. Possiamo iniziare un programma, fermarlo e ripartire dallo stesso punto, in altre luoghi o situazioni. Sopratutto, possiamo guardare solo quello che a a noi interessa.

4) Togliendo la televisione, ho dato più spazio, nella vita, a musica, studio, lettura e tanti progetti personali.

Tv Black
Tv Black

Con questo non voglio dire che chiunque dovrebbe togliere la tv da casa propria, assolutamente, vorrei solo soffermarmi su quelli che, a mio avviso, sono gli aspetti più evidenti della società digitale come la nostra.

Vorrei solo cercare di inserire in voi, come in ogni articolo del resto, un senso critico su ciò che abbiamo sotto mano, su quello che diamo per scontato solo perché si è sempre fatto così.

Oggi, abbiamo la possibilità di scegliere.

Pensateci.

Enjoy

2 commenti su “Il giorno in cui decidemmo di togliere la tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *